Due cori. Una radice.

ll nostro “progetto Coro” prende ispirazione da un immagine che ne racchiude
ogni senso: Il Coro … nasce come un albero da un seme, affonda
le sue radici nella terra e da essa si nutre.

Grazie alla linfa che scorre nel tronco, cresce e genera rami forti che a loro volta danno vita ad una moltitudine di foglie. L’ albero si espande diventando linfa vitale per chi di esso si nutre, o ombra rinfrescante per chi vi cerca riparo.

Tramite la musica, che è la sintesi più semplice e spontanea della complessità, l’albero scandisce i ritmi, libera le emozioni, i sentimenti, la comunicazione,
la grandezza del silenzio. Il tronco, i rami, le foglie sono il Coro, gli individui,
i loro racconti. Ognuno con la sua specificità a formare l’insieme
dell’organismo. E come in uno stormire di fronde, l’albero racconta tutto
il suo vivere in una musica che diventa vento, che ti sferza il cuore e poi
ti accarezza l’anima. Sono pochi i luoghi dove questa semplice magia può
dispiegare le sue ali e librarsi in volo, dove le specificità si incontrano a
formare un solo patrimonio:  il Coro.